Home page > Progetti > BLAST > Learning

/ LEARNING


 

Formazione



LEARNING: una sezione dedicata al dialogo tra arte contemporanea internazionale, saperi locali, persone e territori per valorizzare la formazione intesa come produzione e condivisione, conoscenza e sviluppo di dibattito critico.

A partire dai temi e dai lavori degli artisti coinvolti nel progetto, laboratori didattici, workshop e attività formative approfondiranno e svilupperanno le possibilità del video e dell’immagine in movimento come strumento di ricerca artistica. Una serie di iniziative per stimolare una riflessione interdisciplinare sui temi della violenza nell’epoca del digitale coinvolgendo un pubblico di giovani, adulti, studenti, professionisti del settore dell’arte e cittadini di Verona.


Indizi per storie di terra


Conferenza performativa a cura di Nina Fiocco
Museo di Storia Naturale, Lungadige Porta Vittoria 9, Verona
Giovedì 15 luglio ore 18.00


Conferenza performativa dell’artista e curatrice Nina Fiocco, organizzata nell’ambito della sezione learning di Blast, estetiche della violenza tra immagine, video e documento, in collaborazione con il Comune di Verona e il Museo di Storia Naturale di Verona, con il sostegno di Fondazione Cariverona.

In linea con la ricerca dell’autrice, che si focalizza sulla storia, la microstoria e le economie alternative attraverso progetti collettivi e pratiche artistiche che adottano il lavoro di campo e la collaborazione come prassi, la conferenza dal titolo Indizi per storie di terra, consiste in una camminata serale nel Museo durante la quale, come frammenti di un racconto che percorre diversi paesi, la voce della performer guiderà il pubblico nella lettura di un diario immaginato, riferendosi alla tradizione dei diari di viaggio degli esploratori e dei naturalisti europei del XIX secolo in America Latina. 
Nello svolgersi di questo esercizio narrativo, alcuni dei materiali esposti nelle sale museali saranno menzionati e segnalati allo scopo di stabilire una relazione, grazie all’uso di stampe e proiezioni, con le opere di un gruppo di artisti latinoamericani contemporanei le cui pratiche raccontano la relazione tra natura, economia e politica in contesti spesso contrassegnati da una crescente violenza.

L’ambientazione del Museo offre la possibilità di costruire in modo più intimo una breccia spaziale e temporale che attraverso un esercizio di sovrascrittura accosta e riflette su differenti modi di pensare la natura.


L’ingresso è gratuito, per partecipare è necessario registrarsi al form entro le ore 18.00 del giorno 14 luglio.

Form di registrazione >>